Art&Network | Daniele Sepe & The Cat With The Hat
1322
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1322,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.0,vc_responsive
 

Daniele Sepe & The Cat With The Hat

Tributo a Gato Barbieri

 

Special guest disco: Hamid Drake, Stefano Bollani, Roberto Gatto.

 

Musicista, sassofonista di lunga data, Sepe confeziona un lavoro che è un omaggio a Gato Barbieri, sassofonista argentino da poco scomparso. Inutile dire che il sassofono, qui, è la voce ed è la sofferenza; è tutto quello che supplisce all’incapacità della voce umana di dire il dolore, di dire la sconfitta e le cose che fanno male, sempre e comunque. Undici tracce di intensità strumentale, undici tracce che lasciano sprofondare l’ascolto in un mare più o meno s/conosciuto. Tutta l’ambiguità che ci può essere in una scoperta, qui è condensata in maniera struggente. Ambiguità che si ritrova anche nel disco stesso, in quell’idea di omaggio che non è esattamente quello che ci si potrebbe aspettare.

 

Una scelta di non proporre cover di Barbieri, o meglio non completamente. Si sceglie di prendere in prestito la mente dell’argentino e immaginare, cercare di profetizzare arrangiamenti e rifacimenti di brani vari, come se li avesse fatti lui, come se la sua presenza fosse nel suonare stesso. Un’idea che funziona, un’idea che rende ancora di più il sentimento puro di devozione e di necessità di un saluto, musicale in questo caso, che dice tanto della fatica e della buona dose di coraggio nel compiere un’opera simile.

 

In collaborazione con Lele Nitti Ufficio K srl

Io non canterò alla luna (feat. Dario Sansone)
Montilla feat. Lavinia Mancusi & Hamid Drake