Art&Network | Napoleon Maddox
1089
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1089,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.2,vc_responsive
 

Napoleon Maddox

Napoleon Maddox è un artista performativo multidisciplinare, scrittore e compositore di Cincinnati, Ohio, USA. Ha creato e diretto ensemble poliedrici esplorando i mondi del jazz, dell’hip-hop, dell’elettronica, della vocal percussion e del minimalismo. Educatore attivo in molte comunità locali e globali, Maddox utilizza l’arte per coinvolgere ed inspirare i giovani di ogni parte del mondo.

Progetti 

Is What?!

 

Napoleon Maddox, noto al pubblico anche come NapoleonSolo, è un abilissimo rapper, beat boxer, cantante, leader del gruppo ‘socialmente consapevole’ IsWhat? fondato nell’autunno del 1996. Uno dei più innovativi e significativi gruppi improvvisativi sulla scena musicale contemporanea. E’ gruppo formatosi a Cincinnati, negli USA che sposa con formula violentemente e coinvolgentemente teatrale l’improvvisazione recitata, parlata e cantata con l’improvvisazione strumentale, recuperando nel jazz le radici comuni di hip hop e rap regalandoci una caleidoscopica esplosione di vocalità improvvisate, dove il rap, il funky, il soul e l’hip pop (espressione culturale sempre in auge) si fondano e si esaltano.

 

“Is What? è probabilmente la cosa migliore ascoltata in tutto questo Torino Jazz Festival, anche come suprema sintesi di cosa possa essere oggi il “jazz”: Maddox e soci riassumono tutta la musica nera, mettendo al centro la parola tanto come contenuto (con testi spesso impegnati, puntuali e pungenti) quanto come forma, come puro suono (fino al beatbox del leader). La piazza, che pure in buona parte non aveva idea di chi fosse questo rapper da Cincinnati, Ohio, balla in massa” (Il Giornale della Musica)

Twice the first time

 

In Twice the First Time, Cincinnati-based Napoleon Maddox performs and retells the true story of his great-grand aunts, conjoined twins Millie-Christine. Born into slavery in 1851, Millie-Christine lived an extraordinary life jumping between autonomy and captivity, emancipation and exploitation. Here, Maddox uses the hyphen separating Millie-Christine as a metaphor for “Black” life in America; trapped between two identities, examined and exhibited. While Millie-Christine were inspected and labeled sideshow freaks, they defiantly self-identified as “beautifully and wonderfully made.” Twice The First Time celebrates this strength, bringing Millie-Christine to life with poetry, song, and scenography that draws on the powerful metaphor present in their story; the truth of Africans living American, captured persons living free, and the objectified claiming dignity. Mining the experiences and documents of Millie-Christine’s performances, speculative fiction will be developed via youth workshops both in Cincinnati and abroad and woven into the narrative, introducing audiences to Millie-Christine as she was then, and would be now.